www.splash.it  

 Splash > Cultura > Storia
CategorieLinkSplash
Latino | Sicilia | Tattoo | Cartoline | Dizionario 
Verso la prima guerra mondiale
Livello Superiore
Il primo quindicennio del XX secolo fu un periodo di progresso industriale. Esso nascondeva tuttavia, sia sul piano delle rivendicazioni nazionalistiche, sia su quello delle istanze sociali, notevoli contraddizioni.
I due blocchi in cui erano divise le maggiori potenze europee, la Triplice Alleanza e la Triplice Intesa, erano al loro interno lacerate da contrasti. L'elemento di maggior attrito per la pace era costituito dalla rivalita' tra Germania e Francia. La situazione tra i due paesi fu peggiorata dagli atteggiamenti intimidatori di Guglielmo II, soprattutto in occasione del tentativo francese di assicurarsi il protettorato sul Marocco. Nel 1905 e nel 1911, le due nazioni europee furono vicine allo scontro, ma grazie all'intervento delle diplomazie europee la tragedia fu evitata. La Francia ottenne il protettorato sul Marocco e diede in cambio alla Germania una parte del Congo.
Altra zona estremamente delicata erano i Balcani, dove i popoli slavi sottomessi all'Austria aspiravano all'indipendenza e chiedevano l'appoggio della Russia, il maggiore Stato slavo, tradizionalmente interessata a inserirsi nei Balcani.
Quando nel 1908 l'Austria decise di annettere la Bosnia e l'Erzegovina, molte nazioni europee protestarono ma senza risultato. La tensione esplose in occasione della guerra italo-turca per il possesso della Libia e la Turchia perse nella prima guerra balcanica quasi tutti i possedimenti europei. La spartizione di questi territori porto' alla seconda guerra balcanica: la Bulgaria, sostenuta diplomaticamente dall'Austria, fu sconfitta dalla Serbia, forte dell'appoggio della Russia, e dovette cedere numerosi territori. L'Austria, uscita cosi' sconfitta, attendeva l'occasione di rifarsi contro i Serbi e da questo contrasto doveva nascere la scintilla della prima guerra mondiale.
Login
Username 
Password 
 Auto-Login 
Registrati Hai dimenticato la password?
Registrati   |   Splash in Homepage   |   Chi siamo   |   Liberatoria Legale   |   Scrivici